Stemma investigazioni

Sempre più amministrazioni comunali avviano progetti per l’utilizzo dei droni per il controllo di sicurezza e la scoperta di illeciti.

Questa volta è il comune di Bolzano il cui Sindaco ha svelato che da mesi la città sta studiando l’utilizzo di droni per il controllo del territorio.

In particolare, secondo quanto riferito dalla testata giornalistica Alto Adige, i droni saranno utilizzati per il controllo dei teppisti, di eventuali risse o aggressioni.

Il progetto prevede la registrazione delle immagini in cui le persone siano identificabili ponendo quindi problemi di natura legata alla privacy. Inoltre nelle immagini di esempio riportate si nota come i droni volino sopra le teste delle persone cosa proibita dalla normativa in emissione da parte di Enac.

Tuttavia, l’idea è buona: con un adeguato trattamento dei dati, è infatti possibile rispettare le regole della privacy, e con una accurata pianificazione dei voli è possibile minimizzare i rischi legati al volo dei droni.

Tra i vantaggi che sono stati identificati il fatto che le telecamere di sorveglianza sono fisse, conosciute dai malfattori e quindi facilmente eludibili mentre i droni possono avere percorsi e orari assolutamente imprevedibili rendendo impossibile evitarli.

Inoltre il drone potrebbe “inseguire” dall’alto il malvivente facilitando la sua cattura.

Insomma un ottimo passo per rendere più sicure le nostre città.