Rilevamento del territorio

Rilevamento territorio con i droniTra le attività che possono essere svolte con i droni in modo molto più efficiente di quanto sia stato fatto fin’ora, la rilevazione del territorio è una delle più interessanti. I comuni apprezzano questi servizi perchè permettono in modo facile ed economico di aggiornare i dati catastali, verificare eventuali abusi edilizi, avere una mappa aggiornata in tempo reale del proprio territorio.

La foto che vedete riguarda uno dei lavori svolti recentemente da Salt & Lemon: la mappatura di un intero territorio comunale. La foto originale è stata generata dall’assemblaggio di diverse foto ad alta risoluzione e permette di distinguere dettagli a terra dell’ordine dei centimetri.

Droni per il controllo delle frane

Due droni sono stati utilizzati dal Comando provinciale di Belluno del Corpo forestale dello Stato (Cfs) per effettuare il rilievo topografico tridimensionale dell’area del distacco della frana sul monte Sorapis nelle Dolomiti.

Grazie a numerosi voli con traiettorie programmate sono state acquisite immagini ad alta risoluzione con camera fotografica calibrata per ricostruire il modello 3D della frana e così monitorare le variazioni di volume nel tempo.

Sono stati inoltre rilevati dati termografici sulla parete di distacco per individuare potenziali infiltrazioni di acqua o tensioni interstiziali. I rilievi, come ha spiegato il vicecomandante del Cfs di Belluno Isidoro Furlan – hanno carattere sperimentale elettromeccanico, per testare i sensori a quote sopra i 3.000 metri.

Fonte Rai News 24

Droni contro l’abusivismo edilizio

Le amministrazioni comunali hanno un’arma in più se vogliono dedicarsi alla scoperta degli evasori fiscali.

Abbiamo riportato degli esempi di un utilizzo che diventa sempre più richiesto: attraverso le riprese aeree viene sorvegliato un territorio alla ricerca di abusi e mancate dichiarazioni di immobili.

Da un comunicato stampa della Agenzia delle Entrate

Si è chiusa l’operazione “case fantasma” con l’attribuzione a più di 492mila immobili di una rendita presunta complessiva di 288 milioni di euro. Sono questi i risultati della attività di controllo sui fabbricati sconosciuti al Catasto, che ha fatto emergere, su più di 2,2 milioni di particelle del Catasto Terreni, oltre 1,2 milioni di unità immobiliari urbane non censite nella base-dati catastale.

L’operazione è stata realizzata grazie all’incrocio delle mappe catastali con le immagini aeree rese disponibili dall’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), per “avvistare” così i fabbricati presenti sul territorio ma non nelle banche dati catastali.

Tra le operazioni di dimensione più limitata, a Bari tramite la fotografia aerea sono stati scoperti oltre 160 immobili di lusso non dichiarati.

Ma anche a livello di singolo comune: a Diano Marina, in Liguria, un cantiere è stato posto sotto sequestro dopo le indagini svolte da un drone che ha fotografato l’area rilevando delle irregolarità.

Riprese aeree della scalata in diretta alla Mole

Salt & Lemon ha seguito la diretta dell’arrampicata della Mole Antonelliana di Torino, realizzando le riprese aeree con il nostro drone radiocomandato.

Renzo Luzi e Maurizio Puato hanno scalato la Mole davanti a centinaia di torinesi e in diretta tv.

L’evento, presentato dal dj Nikki, è stato seguito da numerose telecamere dirette dal regista Nik Bello, che ha saputo valorizzare al meglio la spettacolarità dell’evento anche grazie alle riprese aeree realizzate da Salt & Lemon.

Un estratto delle immagini aeree realizzate con il nostro drone