Presentato sulla nota rivista di Agricoltura “Terra è vita” un articolo che riassume le attività per la risicoltura che Salt & Lemon ha svolto nel corso del 2014 nei campi dell’Ente Nazionale Risi in provincia di Pavia. Tali ricerche continuano nel 2015 per affinare ulteriormente il metodo di lavoro e le linee guida  verso i risicoltori.

L’attività è orientata a ottimizzare l’attività di fertilizzazione in funzione delle esigenze colturali derivate da Mappe di Vigore vegetativo, basate sull’Indice NDVI. I vantaggi sono molteplici: riduzione dei costi, aumento della produzione, miglioramento della qualità e minore impatto ambientale (nel suolo e in aria)

In particolare le rilevazioni fatte con i droni Salt & Lemon sono state confrontate con analoghe  rilevazioni effettuate con sensori a terra e validate dai ricercatori dell’Ente Risi.

Infine si è evidenziato che un drone equipaggiato con camera all’infrarosso offre indubbi vantaggi rispetto ad altri approcci finora testati: il rilievo satellitare e il rilievo da terra con l’ausilio di un trattore.

Leggi l’articolo (a firma Ente Nazionale Risi, Salt & Lemon, ACR Progetti, Studio Barbieri & Rognoni) : Riso-Pagine-da-TV15-2015-3