Oggi, in occasione di un seminario sul futuro del lavoro presso l’Agenzia del Lavoro del Centro Internazionale di Formazione delle Nazioni Unite (ITC ILO) abbiamo presentato degli esempi concreti di come l’utilizzo di droni può cambiare il nostro modo di lavorare, sostituendo l’essere umano in contesti difficili o pericolosi e creando nel contempo nuove opportunità grazie all’utilizzo di sensori specializzati trasportati dal drone, in grado di registrare immagini invisibili all’occhio umano.

dav

Il team di lavoro -Salt & Lemon e SAPR Italia

Per far capire le potenzialità dei droni abbiamo simulato alcuni scenari di utilizzo con camera termografica: grande effetto e comprensione immediata da parte dei funzionari ONU presenti.

I partecipanti al corso hanno potuto seguire le immagini live, registrate da una termocamera montata sul drone, grazie a due schermi che ricevevano in diretta il segnale.

Sono stati eseguiti 3 esperimenti, tutti centrati sull’individuazione di fenomeni rilevabili grazie alle variazioni di temperatura:

  • Il primo prevedeva l’accensione di un fuoco (senza fumo!) che la camera termica era in grado di rilevare dall’alto, nonostante la dimensione minima.
    Il secondo era la ricerca di unapersona scomparsa nascosta sotto una coperta (che simula ad esempio una copertura vegetativa), affiancata da altre due coperte vuote. Il calore emesso dal corpo umano permetteva di individuare immediatamente la persona.
    Il terzo prevedeva la somministrazione di acqua calda sul prato in modo da formare esattamente la scritta ICT ILO (nome del Centro di formazione Internazionale dell’ONU). La scritta risultava visibile grazie al fatto che la termocamera è in gado di registrare puntualmente tutti i punti in cui c’è un aumento anche minimo di temperatura.