Cultura sui droni al FabLab di Biella

A Biella ha aperto dal primo ottobre il Fablab Biella, una iniziativa che dimostra la vitalità della nostra zona.

Abbiamo avuto una ottima impressione dalle persone che gestiscono il Fablab di Biella: entusiasti e professionali. Abbiamo accettato quindi con piacere l’idea di realizzare un percorso formativo sull’argomento droni.

Si inizia con una presentazone generale sabato 18 ottobre ma altre iniziative sono in programma: come si dice … “stay tuned”

Vai alla pagina dell’iniziativa e conosci il Fablab di Biella

Le 10 innovazioni hi-tech del 2014 che faranno il futuro secondo il MIT

agricoltura_Image

Foto aerea di un vigneto

Secondo un  articolo a firma Chris Anderson (ex direttore di Wired) scritto per la Technology Review del MIT  (Massachussets Instiute of Tecnology) che ogni anno redige la classifica delle 10 innovazioni hi-tech in grado di cambiare la nostra vita nei prossimi anni, la prima di tali tecnologie è l’utlizzo dei droni per l’agricoltura.

Qui l’articolo in inglese: http://www.technologyreview.com/lists/technologies/2014/

Si sa che l’agricoltura (in Italia il solo settore che vede un aumento dell’occupazione) è un settore strategico; si sa anche che l’accoppiamento tecnologia-agricoltura è un binomio chiave per uno sviluppo sostenibile. Non a caso si parla di “agricoltura di precisione”.

E’ ormai assodato che il mercato dei droni (ed in particolare dei servizi aerei ad esso associati) presenta un ritmo di crescita impressionante, grazie alle molteplici possibilità di utilizzo. Se a questo aggiungiamo l’impiego della tecnologia all’infrarosso nel telerilevamento (già usato in agricoltura con satelliti ed aerei ma con risultati incerti o troppo costosi)…il gioco è fatto.

Per questo, come Salt & Lemon, stiamo puntando sui servizi aerei con drone per l’agricoltura:

http://www.saltlemon.eu/slwp/riprese-aeree/droni-per-la-scienza/

The 10 hi-tech innovations of 2014 that will make the future according to the MIT

Aerial image of a vinyard

Aerial image of a vinyard

According to an article by Chris Anderson (former editor of Wired) written for MIT’s Technology Review (Massachusetts Instiute of Technology) that annually draws the top 10 high-tech innovations that can change our lives in the coming years, the first of these technologies  agrcoltural drones

Here the article : http://www.technologyreview.com/lists/technologies/2014/

We know that agriculture (in Italy the only growing sector in terms of  employment) is a strategic field; it is also known that the combination techonology&agriculture is  key to a  sustainable development. No coincidence that we speak of “precision agriculture”.

It’s quite obvoious that the drone market (and in particular that of aerial services associated with it) has an impressive  growth rate, thanks to the many possibilities offfered by drones. If we add to this the use of infrared technology in remote sensing (already used in agriculture with satellites and aircrafts but with uncertain or too expensive results) … you’re done.

For this reason, as Salt & Lemon, we are focusing on drone aerial services for Agriculture:

http://www.saltlemon.eu/slwp/en/riprese-aeree/drones-for-agricuture/

 

Salt & Lemon entra nella lista degli operatori riconosciuti da ENAC

Salt & Lemon è entrata ufficialmente nella lista degli operatori riconosciuti da ENAC per il lavoro aereo e per lo svolgimento delle attività di sperimentazione delle attività non critiche. Siamo la quarta azienda in Italia a entrare in questa lista.

Un riconoscimento importante per la nostra azienda ma per noi solo un punto di inizio che vede nelle prossime fasi la sperimentazione dei nuovi sistemi ridondati e dei sistemi per la terminazione del volo a “sicurezza totale”.

Un grazie a quanti nella nostra azienda hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo.

Canon usa i droni Salt & Lemon per il video di lancio della nuova Camera XF200

Nei giorni scorsi abbiamo girato con il nostro drone cinema all’interno del Grand Hotel Billia di Saint Vincent (Aosta) per la produzione del video di lancio della nuova serie di telecamere professionali Canon XF200.

Le riprese sono state molto complesse dovendo operare all’interno di un edificio con movimenti di macchina lunghi e precisi.

Tutto è andato bene compreso l’installazione della macchina sul nostro drone che ha richiesto modifiche alla testata mobile a causa delle dimensioni non piccolissime del nuovo prodotto.

Riportiamo il commento che ci ha lasciato il regista della troupe inglese:

“Thanks for your amazing flying on Monday. The pictures look very good. Thanks again for your contribution to the project and I’ll be in touch again soon.

William Mann – Mighty Fine Productions – London”  http://www.mightyfineproductions.com

Madagascar: riprese aeree per un villaggio turistico

Salt & Lemon ha prodotto le riprese aeree e a terra per lo spot pubblicitario di un villaggio turistico in Madagascar.

Il villaggio, appartenente alla catena di uno dei più importanti tour operator nazionali, offre viste mozzafiato, un mare incantevole, una vegetazione e animali assolutamente insoliti per noi italiani.

Rimanete sintonizzati, metteremo le immagini sul sito dopo che lo spot sarà stato pubblicato.

La Commisione Europea si occupa di droni, Enac si preoccupa delle tangenti

In una conferenza stampa Siim Kallas, Vice Presidente che si occupa dei trasporti, ha affermato che la Commisione Europea deve impegnarsi ad emettere delle normative per regolamentare le attività dei droni.

Secondo le stime della Commissione Europea, tra dieci anni il mercato dei droni varrà il 10% di tutto il mercato aereonautico per una cifra globale di 15 miliardi di Euro all’anno (!). Un business di tale portata certamente ha fatto rizzare le antenne alla Commissione che giustamente non vuole che altri paesi possano trarne vantaggio a scapito dell’Europa.

Speriamo che la Commissione Europea riesca ad emettere un regolamento meno restrittivo e confuso di quello emesso recentemente da Enac, ente di cui da più parti si chiede una revisione dopo che un altro scandalo (non è il primo infatti)  lo ha riguardato per un affare di tangenti.

Gli indagati sono stati prontamente estromessi dall’ente ma la credibilità di Enac ha subito un ulteriore duro colpo. Chissà se Renzi troverà il tempo di dare un’occhiata anche qui nella sua campagna di pulizia.

Leggi anche l’articolo di Roberto Saviano su Enac.