“Agronotizie” parla di noi

I metodi di concimazione tradizionali -basati su una distribuzione omogenea del fertilizzante azotato- non tengono conto delle diverse esigenze colturali in campo: una concimazione errata può aprire la strada all’insorgenza di malattie fungine, come il brusone, o a fenomeni come l‘allettamento. Facendo concimazione di precisione si può pretendere il massimo dalla pianta muovendosi comunque in un range di sicurezza.

Questo è spiegato nell’articolo di AgronotizieLa concimazione di precisione in risicoltura. Facciamo il punto” che illustra i passaggi chiave di una servizio professionale: dalla pianificazione della missione di volo, alle Mappe di Prescrizione, attraverso le Mappe di vigore.

Sono incluse tre interessanti interviste rispettivamente ad un risicoltore nostro cliente e al nostro team -che include differenti livelli di competenza: volo, elaborazione immagini e agronomia.

Leggi l’articolo:https://agronotizie.imagelinenetwork.com/agrimeccanica/2018/09/04/la-concimazione-di-precisione-in-risicoltura-facciamo-il-punto/59707

Concimazione di precisione in risaia-stagione 2018

Al via una stagione promettente per la nostra attività di concimazione di precisione: rispetto alla stagione 2017, triplicati il numero di risicoltori  coinvolti (14) e più che raddoppiati   il numero degli  ettari -circa 1000-  rilevati dal nostro drone agricoltura equipaggiato con camera multispettrale all’infrarosso.

Elemento ancora più interessante: i risicoltori che nella stagione precedente ci avevano affidato solo una parte dei loro appezzamenti per il trattamento di concimazione di precisione, lasciando il resto dei campi al metodo tradizionale, soddisfatti dei risultati in termini di miglioramente quantitativo e qualitativo della produzione, quest’anno ci hanno affidato l’intero appezzamento

Consegnate in tempi record ai risicoltori  le Mappe di Prescrizione  che, grazie le macchine spandiconcime a rateo variabile possono finalmente erogare la quantità giusta di fertilizzante azotato in base alle esigenze colturali sito specifiche ….attendiamo ora i dati di produzione.

Giornata SAIRISI per la sostenibilità agricola nella produzione del riso

Oggi abbiamo partecipato ad una giornata SAIRISI -progetto internazionale per la sostenibilità agricola nella produzione del riso- dedicata all’agricoltura di precisione in risaia, organizzata in collaborazione con l’Ente Nazionale Risi.

Insieme ai nostri partner (esperti di elaborazione dati e agronomi) abbiamo illustrato agli agricoltori presenti il processo di concimazione di precisione attraverso l’acquisizione delle immagini multispettrali  da drone e la loro successiva elaborazione,  fino alla produzione di mappe di prescrizione utilizzate da macchine spandiconcime a rateo variabile; abbiamo inoltre effettuato in tempo reale  un volo del nostro drone-agricoltura equipaggiato con camera multispettrale mentre il risicoltore (nostro cliente) che ospitava l’evento, ha effettuato in loco la concimazione a rateo variabile  utilizzando le nostre mappe di prescrizione 

Nella sessione finale di domande e risposte con i risicoltori  un punto chiave è stata la testimonianza del cliente che da quest’anno ha deciso di estendere la concimazione di precisione a tutti i suoi campi.

Estremo interesse da parte dei risicoltori nel capire gli effettivi vantaggi di questo servizio in termini di aumento della produttività e della qualità del risone e il ritorno degli investimenti. Presente alla giornata anche il Prof. Dario Sacco della facoltà di Agraria dell’Università di Torino e il Dott Marco Romani dell’Ente Nazionale Risi con i quali collaboriamo da anni e che attraverso i rispettivi team di lavoro costituiscono l’ossatura scientifica della nostra attività in Agricoltura di precisione.

La missione di SAIRISI è promuovere la sostenibilità agricola nella produzione di riso attraverso la collaborazione dell’intera filiera risicola.

Il progetto si basa sull’organizzazione di corsi di formazione, visite sul campo, il trasferimento di competenze sulle più recenti tecniche di risicoltura tra risicoltori, riserie e brand. SAIRISI offre inoltre la possibilità di valutare il proprio livello di sostenibilità della risicoltura attraverso l’FSA, l’Autovalutazione di Agricoltura Sostenibile, uno strumento creato da SAI Platform per monitorare la performance di produzione e individuare aree di miglioramento.

Il progetto ha raccolto un numero crescente di adesioni dalla sua creazione nel 2016, arrivando a coinvolgere – alla sua terza edizione (2018) – più di 200 risicoltori, e 4 tra università e ONG.

SAI Platform è un’organizzazione senza fini di lucro, creata nel 2002 da Unilever, Danone e Nestlé, per collaborare in modo precompetitivo sulla promozione, condivisione, creazione e sviluppo di pratiche sostenibili nel settore agroalimentare. Conta più di 90 membri che rappresentano tutta la filiera agricola, dalle cooperative alla grande distribuzione globale, che insieme collaborano attraverso gruppi di lavoro e progetti sul campo per implementare pratiche di agricoltura sostenibile (fonte: Ente Nazionale Risi).

Timelapse per la Chiesa e il Municipio di Moglia

La Diocesi di Mantova, nell’ambito di una gara  pubblica ha affidato alla RTI capeggiata da Bottoli Costruzioni il progetto di consolidamento ed di restauro della Chiesa di Moglia, gravemente danneggiata nel terremoto del 2012.

Anche in questo caso Bottoli Costruzioni ha deciso di affidare a Salt & Lemon il servizio chiavi in mano che consente di monitorare il cantiere da remoto e contemporaneamente produrre un filmato promozionalei in modalità time lapse dell’intero ciclo di vita dell’opera, a beneficio delle istituzioni e dei cittadini.

Il servizio, chiamato BUILDING.LAPSE, prevede l’impiego di due camere che inquadrano rispettivamente il tetto della Chiesa e le facciate della Chiesa e del Comune. La durata del cantiere è di circa due anni durante i quali le immagini vengono raccolte e rese disponibili tramite un apposito portale web.

La stessa tecnologia è stata impiegata da Bottoli Costruzioni in altri cantieri quali l’ampliamento del Polo Logistico della  azienda Thun e il restauro in corso del Duomo di Mirandola.

Certificazione di un drone inoffensivo di fascia alta

Volare su aree urbane popolate con droni sofisticati … è legale con Salt&Lemon.

Certificazione ENAC: n° 20740

Uno dei grossi limiti all’utilizzo dei servizi aerei con i droni è dato dal divieto, imposto dalla normativa per evidenti ragioni di sicurezza, di volare in aree urbane popolate, a salvaguardia di cose e persone.  Il fatto che taluni operatori di droni effettuino ugualmente tali voli in modo assolutamente  illegale, è atto di grande sconsideratezza sia dal punto di vista dell’incolumità delle persone che dei possibili danni arrecati a cose, tanto più che in entrambi i casi le assicurazioni non risarciscono alcunchè, anche in presenza di regolare polizza.

Per questa ragione Salt&Lemon ha certificato nella propria flotta un drone inoffensivo di  fascia alta (ben diverso dai tipici droni inoffensivi di peso inferiore ai 300 grammi, con funzionalità estremamente ridotte), in grado quindi di offrire servizi aerei di alto livello in qualunque contesto operativo. Si tratta di un drone senseFly eBee RTK, da noi reso inoffensivo, utilizzabile per diversi tipi di applicazioni, ideale soprattutto per complesse attività di fotogrammetria aerea.

Caratteristica avanzata di questo nuovo mezzo della flotta Salt&Lemon è la dotazione di un GPS RTK che consente un’accuratezza di risoluzione delle immagini di tipo centimetrico, a differenza di un GPS standard che offre risoluzioni dell’ordine del metro. Altra caratteristica interessante di questo mezzo è la grande autonomia di volo e proporzionalmente l’estensione dell’area coperta con un singolo volo, con notevole ottimizzazione di tempi per l’operatore e quindi di costi per il cliente finale.

Principali caratteristiche del nuovo drone inoffensivo di Salt&Lemon: eBee RTK caratteristiche tecniche