Certificazione di un drone inoffensivo di fascia alta

Volare su aree urbane popolate con droni sofisticati … è legale con Salt&Lemon.

Certificazione ENAC: n° 20740

Uno dei grossi limiti all’utilizzo dei servizi aerei con i droni è dato dal divieto, imposto dalla normativa per evidenti ragioni di sicurezza, di volare in aree urbane popolate, a salvaguardia di cose e persone.  Il fatto che taluni operatori di droni effettuino ugualmente tali voli in modo assolutamente  illegale, è atto di grande sconsideratezza sia dal punto di vista dell’incolumità delle persone che dei possibili danni arrecati a cose, tanto più che in entrambi i casi le assicurazioni non risarciscono alcunchè, anche in presenza di regolare polizza.

Per questa ragione Salt&Lemon ha certificato nella propria flotta un drone inoffensivo di  fascia alta (ben diverso dai tipici droni inoffensivi di peso inferiore ai 300 grammi, con funzionalità estremamente ridotte), in grado quindi di offrire servizi aerei di alto livello in qualunque contesto operativo. Si tratta di un drone senseFly eBee RTK, da noi reso inoffensivo, utilizzabile per diversi tipi di applicazioni, ideale soprattutto per complesse attività di fotogrammetria aerea.

Caratteristica avanzata di questo nuovo mezzo della flotta Salt&Lemon è la dotazione di un GPS RTK che consente un’accuratezza di risoluzione delle immagini di tipo centimetrico, a differenza di un GPS standard che offre risoluzioni dell’ordine del metro. Altra caratteristica interessante di questo mezzo è la grande autonomia di volo e proporzionalmente l’estensione dell’area coperta con un singolo volo, con notevole ottimizzazione di tempi per l’operatore e quindi di costi per il cliente finale.

Principali caratteristiche del nuovo drone inoffensivo di Salt&Lemon: eBee RTK caratteristiche tecniche

 

 

Nei voli su spazi aerei “restricted” l’operatore scelto fa la differenza

Una vista dall’alto della nuova area residenziale di Cesano Boscone

Volare in scenari critici, quali zone urbane ad alta densità di popolazione, richiede una particolare certificazione da parte dell’operatore di droni.
Volare in zone a spazio aereo “restricted” richiede in aggiunta la conoscenza approfondita delle procedure necessarie ad ottenere le autorizzazioni specifiche.

Il contesto “restricted”  in cui ci siamo trovati ad operare in questi giorni è lo spazio aereo LI-R9 – Milano Città. Tramite “Notiziario Speciale” (NOTAM) abbiamo ottenuto il parere di ENAV, l’autorizzazione di ENAC ed il nulla osta da parte della prefettura di Milano, con relativo avviso a tutte le forze dell’ordine interessate.

I sorvoli hanno interessato una nuova area residenziale di Cesano Boscone. Le riprese video, realizzate per l’azienda di produzioni video Setteventi, sono state finalizzate alla realizzazione di un filmato di comunicazione aziendale per un’importante azienda di real estate.
Le operazioni si sono svolte regolarmente ed in sicurezza, con soddisfazione da parte del cliente.

Ringraziamo il nostro cliente che ha saputo comprendere ed accettare gli step necessari per operare secondo la normativa ed i relativi tempi necessari per l’ottenimento delle autorizzazioni.

Il mercato dei Droni in Italia

Secondo i dati diffusi da ENAC, le aziende attive nel settore dei droni in Italia sono ad oggi oltre 2.500. Più di 1.900 tra queste, sono operatori autorizzati solo per “operazione non critiche”, cioè che non prevedono il sorvolo di aree congestionate, assembramenti di persone, agglomerati urbani e infrastrutture sensibili. Gli operatori autorizzati per le “operazioni critiche”, che necessitano di specifiche procedure per assicurare il necessario livello di sicurezza, sono circa 400. Gli operatori che impiegano mini-droni del peso inferiore ai 300 grammi, considerati inoffensivi ed utilizzabili anche in aree cittadine, sono circa 200.

Salt & Lemon si colloca in tutte le fasce essendo operatore abilitato sia per le operazioni critiche che per le operazioni non critiche e avendo nella sua flotta anche un drone certificato di peso inferiore ai 300 grammi.

Salt & Lemon riconosciuta da ENAC per le operazioni critiche in aree urbane

Operatore riconosciuto Enac CriticheL’uscita ad Aprile 2014 della normativa che regola i voli dei droni (APR) da parte di ENAC, l’Authority del volo civile in Italia, ha definito una serie di vincoli per garantire la sicurezza dei velivoli che, per quanto infinitamente meno pericolosi di un aereo, possono provocare danni a cose e persone.

Tali vincoli riguardano ad esempio la distanza minima del drone da aree congestionate (aree con assembramenti di persone), l’altezza massima raggiungibile, la distanza da aeroporti e altre strutture sensibili, la distanza tra il drone e il pilota al quale si chiede di non perderlo di vista e pilotarlo “manualmente”.

Un operatore abilitato ad operare in questo ambito svolge operazioni chiamate “non critiche” perché inquadrate in uno scenario con basso livello di rischio.

Salt & Lemon è stato il terzo operatore italiano ad ottenere l’abilitazione alle operazioni non critiche, risultato che testimonia l’impegno al rispetto della sicurezza e della piena legalità delle sue operazioni.

Con tali limitazioni tuttavia, volendo fare delle riprese aeree in zone urbane, inevitabilmente si infrangeva qualcuno dei vincoli imposti dalla normativa. Per poter evolvere verso gli scenari cosiddetti “critici”, ENAC ha recentemente emesso alcune modifiche alla normativa che ne rilassano alcune restrizioni.

Per consentire tali operazioni e al contempo salvaguardare la sicurezza delle persone, la normativa fa riferimento a “scenari misti” dove, all’interno di una zona critica, si individua un’area ben segnalata che deve circoscrivere lo spazio tridimensionale in cui il drone opera in ogni fase del volo, anche in caso di malfunzionamenti. Questo spazio è definito “Zona Franca“.

A seguito di queste novità, Salt & Lemon ha ottenuto anche la certificazione per operazioni di tipo “critico”.

Stefano Sgrelli, Amministratore Unico di Salt & Lemon:  “L’ottenimento dell’abilitazione per operazioni critiche di Salt &  Lemon -una delle poche aziende italiane che l’ha ottenuta -rappresenta per noi un’importante riconoscimento, in quanto abbiamo dovuto dimostrare di disporre, oltre che di una tecnologia avanzata, anche di una organizzazione aziendale appropriata e una struttura operativa in grado di supportare questo tipo di operazioni. Questo tipo di riconoscimento infatti, non è un’autocertificazione come per gli operatori “non critici”, ma  una esplicita autorizzazione ad operare rilasciata da ENAC, a seguito di un’analisi sul mezzo, sull’organizzazione e sulle competenze del pilota.”

Il riconoscimento di ENAC premia il nostro impegno ed è un altro passo verso la costruzione di una azienda di prodotti e servizi in grado di soddisfare le molteplici aspettative di un mercato in costante e veloce evoluzione”.

Corso pratico per Pilota di SAPR

SLD009-01aInizia il Corso Pratico per diventare pilota di SAPR.

Il corso base della durata di 16 ore si articola in due sabati: l’11 e il 18 Aprile 2015 e si svolge presso la nostra sede in Piazza Mascagni 11, Ivrea(To).

Il corso ha una struttura modulare e può essere ampliato secondo le necessità formative.

Sono disponibili ancora due posti.

Per ulteriori informazioni scrivete a:  info@saltlemon.it.

Il Syllabus: Corso pratico per Pilota di APR

 

Corso pratico per pilota di droni

SLD008-01Inizia il Corso Pratico per diventare pilota di droni.

Il corso base della durata di 16 ore si articola in due sabati: l’11 e il 18 Aprile 2015 e si svolge presso la nostra sede in Piazza Mascagni 11, Ivrea(To).

Il corso ha una struttura modulare e può essere ampliato secondo le necessità formative.

Sono disponibili ancora due posti.

Per ulteriori informazioni scrivete a:  info@saltlemon.it.

Il Syllabus: Corso pratico per Pilota di APR

 

Salt & Lemon entra nella lista degli operatori riconosciuti da ENAC

Salt & Lemon è entrata ufficialmente nella lista degli operatori riconosciuti da ENAC per il lavoro aereo e per lo svolgimento delle attività di sperimentazione delle attività non critiche. Siamo la quarta azienda in Italia a entrare in questa lista.

Un riconoscimento importante per la nostra azienda ma per noi solo un punto di inizio che vede nelle prossime fasi la sperimentazione dei nuovi sistemi ridondati e dei sistemi per la terminazione del volo a “sicurezza totale”.

Un grazie a quanti nella nostra azienda hanno permesso di raggiungere questo importante traguardo.