Certificazione di un drone inoffensivo di fascia alta

Volare su aree urbane popolate con droni sofisticati … è legale con Salt&Lemon.

Certificazione ENAC: n° 20740

Uno dei grossi limiti all’utilizzo dei servizi aerei con i droni è dato dal divieto, imposto dalla normativa per evidenti ragioni di sicurezza, di volare in aree urbane popolate, a salvaguardia di cose e persone.  Il fatto che taluni operatori di droni effettuino ugualmente tali voli in modo assolutamente  illegale, è atto di grande sconsideratezza sia dal punto di vista dell’incolumità delle persone che dei possibili danni arrecati a cose, tanto più che in entrambi i casi le assicurazioni non risarciscono alcunchè, anche in presenza di regolare polizza.

Per questa ragione Salt&Lemon ha certificato nella propria flotta un drone inoffensivo di  fascia alta (ben diverso dai tipici droni inoffensivi di peso inferiore ai 300 grammi, con funzionalità estremamente ridotte), in grado quindi di offrire servizi aerei di alto livello in qualunque contesto operativo. Si tratta di un drone senseFly eBee RTK, da noi reso inoffensivo, utilizzabile per diversi tipi di applicazioni, ideale soprattutto per complesse attività di fotogrammetria aerea.

Caratteristica avanzata di questo nuovo mezzo della flotta Salt&Lemon è la dotazione di un GPS RTK che consente un’accuratezza di risoluzione delle immagini di tipo centimetrico, a differenza di un GPS standard che offre risoluzioni dell’ordine del metro. Altra caratteristica interessante di questo mezzo è la grande autonomia di volo e proporzionalmente l’estensione dell’area coperta con un singolo volo, con notevole ottimizzazione di tempi per l’operatore e quindi di costi per il cliente finale.

Principali caratteristiche del nuovo drone inoffensivo di Salt&Lemon: eBee RTK caratteristiche tecniche

 

 

Rilievo fotogrammetrico di una valanga

La fotogrammetria aerea ha avuto un grande impulso grazie ai droni. Si tratta di una tecnica di rilievo che consente di ottenere informazioni metriche (forma e posizione), di oggetti tridimensionali (terreno, manufatti,..), mediante interpretazione e misura di immagini fotografiche ottenute con macchina da presa montata su un mezzo  aereo.

Con i droni si possono rilevare e catalogare ampie zone di territorio con un grado di precisione equivalente a quello della topografia tradizionale  a terra, ma in tempi molto più rapidi ed acquisendo molti più dati. D’altro canto sono molto più economici dei mezzi aerei tradizionali.

Rendering 3D del fronte della valanga che ha danneggiato il Rifugio Bezzi in Val Grisenche

L’ultimo nostro rilievo fotogrammetrico con drone eseguito in collaborazione con il nostro partner in Val d’Aosta Studio Grinfan è avvenuto su una una valanga che ha recentemente danneggiato il Rifugio Bezzi in Val Grisenche.

Obiettivo del rilievo di circa una sessantina di ettari è uno studio nivologico attraverso l’analisi del modello 3D, ortofoto e curve di livello, a partire dall’elaborazione dei dati acquisiti dal drone. A fine di migliorare l’accuratezza del rilievo il nostro partner Studio Grinfan ha provveduto a battere dei target a terra.

Un buon esempio d’integrazione di lavoro tradizionalmente svolto da geometri e nuove tecnologie aeree.

 

Un nuovo drone nella flotta

Da oggi la flotta Salt & Lemon si arricchisce di un nuovo drone. Si tratta di un eBee RTK Sensefly ad ala fissa, uno degli strumenti più sofisticati e precisi per lavori di fotogrammetria aerea.

Dotato di varie camere per la fotografia permette di mappare grandi estensioni di territorio in poco tempo.

Grazie alla tecnologia GPS RTK la sua precisione nella restituzione dati è sorprendente: solo pochi centimetri di errore.

Con questo mezzo Salt & Lemon può oggi offrire la mappatura di aree estese a prezzi competitivi.

Progettazione illuminotecnica di uno storico campanile canavesano

In collaborazione con il comune di Chiaverano, il Rotary Club d’ivrea, il Politecnico di Torino e alcuni professionisti (topografi e architetti), Salt & Lemon ha partecipato alla progettazione illuminotecnica del campanile e delle facciate della Chiesa parrocchiale di San Silvestro con l’obiettivo di valorizzare un insediamento storico del Canavese.

Chiaverano full

Ricostruzione 3D della Chiesa e degli edifici circostanti

La chiesa infatti risale al XII secolo, quando nacque il borgo medioevale attorno al castello. Di dimensione modeste, la chiesa venne ampliata nel ‘600 e nel ‘700. Saccheggiata dai francesi, nel 1741 iniziarono i lavori per la sua ricostruzione. A fianco della chiesa venne eretto l’altissimo campanile (65 metri!) che oggi si vuole appunto illuminare,
Il contributo di Salt& Lemon è stato quello di effettuare un rilievo aereo fotogrammetrico con successiva elaborazione dei dati per la realizzazione di un modello 3D, a partire dal quale avviene il successivo intervento di progettazione illuminotecnica del gruppo di lavoro del Politecnico di Torino.

Chiaverano

Vista frontale della chiesa nella ricostruzione 3D

Con questa attività continua la nostra esperienza non solo in campo fotogrammetrico ma anche nel rendering 3D di edifici antichi per interventi puntuali di conservazione o per la loro valorizzazione artistica.