Roma Drone Conference – L’approccio Salt & Lemon all’agricoltura di precisione

L’esperienza triennale di Salt & Lemon nell’Agricoltura di Precisione si basa sulla capacità di gestire l’intero processo di necessità nutrizionale delle colture: dalle Mappe di Vigore alle Mappe di Prescrizione fino alle Mappe di Produzione, dimostrando un beneficio economico quantificabile e un indubbio vantaggio per l’ambiente.

Aumentare la produzione di alimenti del mondo e la competitività delle aziende agricole preservando le risorse naturali e l’ambiente è un requisito sempre più stringente. Per ottenere questo risultato è necessario sapere come trasferire l’innovazione tecnologica alle aziende agricole.

Uno dei problemi maggiormente sentiti è come gestire gli squilibri nutrizionali delle coltivazioni che possono penalizzare pesantemente la produzione oltre che influenzare negativamente l’ambiente.

Con la gestione della variabilità spaziale delle condizioni nutritive della coltura è possibile limitare questi aspetti negativi. Tale approccio, tipico dell’Agricoltura di Precisione (AP), si basa sull’individuazione e sulla esaltazione delle differenze “sito specifiche”, ovvero sulla loro quantificazione e georeferenziazione.

La caratterizzazione del livello di nutrizione azotata oggi può essere effettuata mediante l’impiego di appositi indici, gli Indici di Vigore, ottenibili con particolari sensori multispettrali.

I droni equipaggiati con tali sensori costituiscono una tecnologia abilitante, semplice, efficace ed economica, idonea a risolvere questa problematica. Tuttavia il tema è complesso e richiede un team di professionisti con competenze specifiche e complementari, un rapporto continuo con Università ed Enti di Ricerca per la validazione scientifica del metodo, un rapporto costante con Associazione di categoria, Consorzi di Produttori, Aziende del settore per la verifica in campo.

Nell’intervento al Roma Drone Conference per l’Agricoltura (Roma ,17 Febbraio 2016), Salt & Lemon racconta il suo approccio all’Agricoltura di Precisione sviluppato nel corso degli ultimi 3 anni per le coltivazioni dei cereali (riso, frumento, mais) e della vite , e un caso di studio basato sull’esperienza Kellog’s in risicoltura, dimostrando di essere già operativa in un settore altamente innovativo

mappa di produzione e mappa di concimazione sovrapposte

mappa di produzione e mappa di concimazione sovrapposte

Nel caso del Progetto Origins di Kellog’s questo approccio ha dimostrato la sua reale efficacia attraverso una riduzione del fertilizzante del 30% e un conseguente minore impatto ambientale. A ciò si aggiunge che la distribuzione selettiva del fertilizzante in base alle diverse esigenze nutrizionali ha portato ad un aumento della produttività del 4% e ad una migliore qualità del raccolto.

La capacità di gestire l’intero processo –dalle Mappe di Vigore alle Mappe di Prescrizione alle Mappe di Produzione- e di dimostrare alle aziende agricole il rapporto costo/beneficio è il punto saliente dell’approccio Salt & Lemon.

Intervista di Radio 24 a Salt & Lemon sui droni in Agricoltura

Enrico Pagliarini, conduttore di 2024, -la trasmissione di tecnologia del Sole 24 ore- ha intervistato Stefano Sgrelli, Amministratore di Salt & Lemon.
L’intervista, avvenuta nello spazio Regione Emilia di Milano Expo, verte sul tema dell’utilizzo dei droni nell’agricoltura di precisione.
Siamo orgogliosi che la trasmissione di punta di Radio 24 sull’innovazione tecnologica abbia nuovamente scelto la nostra azienda per raccontare lo stato dell’arte dell’utilizzo dei droni in agricoltura attraverso esperienze e risultati tangibili.

Questo il podcast dell’intervista

 

Open day Ente Nazionali Risi: il drone in risaia

Si è tenuto la scorsa settimana l’incontro annuale “Open Day” presso l’Ente Nazionale Risi” la struttura di ricerca che si occupa di studiare nuove tecnologie per aumentare l’efficienza nei trattamenti in risaia e ridurre l’impatto ambientale.

Durante l’incontro i presenti hanno visto il drone in volo e hanno ricevuto le informazioni sui servizl aerei effettuati all’interno del progetto Origins per un’agricoltura sostenibile della Kellog’s che ha visto impegnati i droni Salt & Lemon nell’ultima stagione. Il loro impiego ha permesso una riduzione di circa il 30% del fertilizzante utilizzato.

Come si usano i droni per ottenere questi risultati ? Il video sotto cerca di spiegarlo.

 

Discorso di Stefano Sgrelli al Mobile Summit 2015

2015-03-12 14.33.37 Stefano Sgrelli ha tenuto una breve presentazione del mondo dei droni al Mobile Summit 2015 tenutosi il 12 marzo al centro congressi Cariplo a Milano.

E’ stata una occasione per far conoscere questo settore di mercato innovativo, le sue potenzialità e i suoi problemi legati all’attuale normativa Italiana.

L’uditorio ha dimostrato interesse per l’argomento, diverse sono state le domande poste che hanno riguardato soprattutto gli scenari applicativi di questi nuovi strumenti.

Scarica la presentazione

Droni al Mobile Summit 2015

Mobile-610x180Il 12 marzo al Centro Congressi Fondazione Cariplo, via Romagnosi 8, Milano si tiene il convegno Mobile Summit 2015 durante il quale vengono dibattuti i temi della diffusione della tecnologia mobile nelle imprese.

Organizzato da The Innovation Group, l’incontro prevede la partecipazioni di importanti esponenti di aziende italiane ed internazionali per discutere temi quali i trend tecnologici, le nuove applicazioni e le nuove opportunità di business.

Stefano Sgrelli, Amministratore di Salt & Lemon, è stato invitato a parlare di droni e delle loro prospettive. Un passo importante per spostare l’attenzione dei media e del pubblico dalla novità tecnologica dei droni al loro potenziale di business.

The Innovation Group (TIG) è la società di servizi di consulenza direzionale, di advisory e di ricerca indipendente fondata da Roberto Masiero ed Ezio Viola,specializzata nella innovazione di business e dei processi aziendali attraverso l’utilizzo delle tecnologie digitali, delle nuove tecnologie e della conoscenza.

Droni al convegno dell’Ente Nazionale Risi

Convegno Ente RisiIl Convegno tecnico che si è tenuto il 4 febbraio presso il Centro Ricerche sul Riso di Castello d’Agogna ha ottenuto un grande riscontro sia in termini di interesse sia in termini di affluenza.

Durante l’evento il dott. Marco Romani ha illustrato le sperimentazioni condotte nell’estate 2014 utilizzando anche il drone per l’Agricoltura Salt & Lemon.

In sintesi la sperimentazione ha riguardato il confronto tra diverse  modalità di concimazione nella coltivazione del riso. Per confrontare i risultati delle diverse “ricette” sono stati usati metodi di analisi chimica, strumenti per la misura dell’indice NDVI a terra e il drone equipaggiato con sensore multispettrale in grado quindi di calcolare l’indice NDVI.

CConvegno Ente Risi 2ome si vede nella seconda foto riportata, i dati raccolti tramite drone hanno avuto una notevole correlazione con gli stessi dati ricavati dai sensori a terra confermando come la rilevazione aerea offra risutati attendibili e utilizzabili sul campo.

Per i partner Salt & Lemon, nell’area riservata, è disponibile il video completo dell’intervento, ricco di dati tecnici.

Sicurezza USA ancora….beffata

White House

Il giardino della Casa Bianca dove è atterrato il piccolo drone

Un piccolo drone è riuscito ad atterrare indisturbato nel giardino della Casa Bianca, esattamente sopra un albero dove è stato trovato dagli Agenti del Secret Service alle ore tre del mattino ora locale

La notizia è stata riportata dai media americani: “Un dispositivo e’ stato recuperato dai servizi segreti alla Casa Bianca”, ha detto il portavoce, Josh Earnest.

Il decollo del  drone non ha avuto conseguenze Ma cosa sarebbe successo se Obama e famiglia non fossero stati in India e il drone  fosse stato decisamente più offensivo? E i vertici del sistema di sicurezza a protezione del Presidente erano appena stati cambiati in seguito all’ingresso di un’intruso nella residenza presidenziale….

Chissà se questo spingerà la FAA (Federal  Aviation Admoinistration) a spostare ulteriormente l’entrata in vigore della normativa sui droni civili , mettendo regole più restrittive?

Il paradosso americano

CESE’ drone mania quella che si è vista al CES (Consumer Electronics Show), la più grande fiera per l’elettronica di consumo di Las Vegas.
Addirittura un’intera area “Unmamanned systems” dedicata ai droni, dove sono stati lanciati i nuovi modelli dei grandi produttori mondiali: dai mini (Parrot) ai maxi droni per uso militare che arrivano a costare un milione di dollari.
E la ragione della visibilità non è certo solo mediatica, in quanto il settore degli APR varrà entro i prossimi dieci anni circa 11,5 miliardi di dollari, più o meno il doppio di oggi.

Il paradosso è che negli USA i droni per uso commerciale non possono ancora volare…

Infatti la normativa prevista per fine 2014 non è uscita.
Non solo. Elizabeth Cory, spokeswoman della FAA (Authorithy del volo negli USA), ha recentemente detto che non
sono ancora in grado di dare una data certa per il rilascio delle regole di certificazione.
Nel frattempo non è possibile utilizzare gli APR per scopi commerciali, salvo alcune deroghe particolari.
Ad esempio è stata concessa un’autorizzazione speciale per le operazioni di monitoraggio aereo in Alaska
della British Petroleum e per riprese aeree cinematografiche. Il che, nel caso della cinematografia, è strano perchè spesso le riprese aeree di questo tipo avvengono in aree urbane e popolate.
Evidentemente la lobby di Hollywood è la più convincente!

Riprese a 360 gradi con il drone

Salt & Lemon ha consegnato un gimbal che ha progettato e costruito per realizzare riprese a 360 gradi da un APR in volo.Gimbal360web

Il prodotto viene usato in Kuwait per realizzare alcune suggestive riprese da inserire nei filmati che animano il padiglione del Kuwait a Expo 2015.

Salt & Lemon progetta e costruisce APR e relativi accessori per missioni specifiche a partire dalle necessità del cliente.